Go to Top

Dibix al Web Marketing Festival 2017

Non potevamo di certo mancare a uno degli uno degli appuntamenti digital più importanti d’Italia: il Web Marketing Festival.

Giunto alla sua quinta edizione, il Web Marketing Festival, con oltre 30 sale formative e 6000 partecipanti, è stato un mix unico di formazione, innovazione, intrattenimento e networking.

La Formazione

La vastità del suo programma formativo ha messo tutti i partecipanti in difficoltà: quali talk seguire? Noi abbiamo operato una scelta sulla base delle nostre priorità, in relazione alle esigenze nostre e quelle dei nostri clienti.
Fondamentale la partecipazione alla sala formativa dedicata al Seo, con lo strepitoso intervento di un’esperta internazionale del settore come Aleyda Solis, che con la sua carica prorompente ha dispensato consigli per la crescita dei siti e-commerce nell’ambito della Search Engine Optimization.

Molto interessanti gli interventi di entrambe le giornate dell’affollatissima sala formativa dedicata all’E-commerce, che presentava numerosi interventi dalle applicazioni pratiche e immediate per implementare i siti che vendono on-line. Tra gli interventi anche quello di Andrea Saletti, con il suo neuro-marketing.

La User Experience non poteva mancare tra le principali sale formative, ricca di idee innovative, come la gamification, ossia la creazione di esperienze per gli utenti prendendo spunto dal coinvolgimento dei videogiochi.

Numerosi gli spunti anche nelle sale formative dedicate alle campagne di Google Adwords, al Video Marketing, alla Social Media Strategy, al Facebook Advertising e Marketing, Web Analytics, E-mail Marketing e Content Marketing e CMS, grazie al coinvolgimento dei principali esperti del digitale italiani e internazionali.

L’Innovazione

La Start Up Competition  ha visto la partecipazione di più di 300 progetti innovativi. Sei i progetti arrivati in finale e due i vincitori, uno per la giuria e uno per la platea: Watly, il primo computer al mondo che, funzionando a energia solare, purifica l’acqua da qualsiasi fonte di contaminazione, genera energia elettrica e permette la connettività Internet, ovunque sia installato e TOMMI, un gioco digitale basato sulla realtà virtuale e sviluppato per i bambini ospedalizzati malati di cancro.

Ecco come l’innovazione digitale si incontra con l’innovazione e la promozione sociale, tematiche imprescindibili del Web Marketing Festival 2017.

L’Intrattenimento

In questa due giorni non sono mancati i momenti dedicati all’intrattenimento: primo fra tutti l’esibizione di apertura dei Modena City Ramblers, che, con la loro “I cento passi”, hanno coinvolto tutta la platea. Introduzione a un momento significativo ed emozionante: la presenza di Danilo Sulis, presidente dell’associazione Rete 100 Passi e fondatore, insieme a Peppino Impastato, di Radio Aut, una delle prime radio libere italiane.

Da ricordare in particolare anche gli interventi di Ubaldo Pantani, la partecipazione di Neri Marcorè e lo spazio dedicato alla musica con il Rock Contest organizzato in collaborazione con Virgin Radio.

Il Networking

Un’altra grande opportunità da cogliere al Web Marketing Festival 2017 è stata quella di trascorrere due giorni a stretto contatto con chi fa il nostro stesso mestiere: un’occasione unica di conoscenza e confronto su metodi, approcci, idee.

Un ambiente dinamico e fertile che ha permesso anche di creare rapporti, facilitati anche dall’organizzazione della festa in spiaggia il 22 sera, serata all’insegna della musica, del divertimento ma anche del networking.

Il Web Marketing Festival, insomma, si è proposto non solo come un’occasione unica per la formazione dei professionisti del web marketing, ma anche come luogo e strumento in grado di trattare tematiche socio-culturali, di arricchimento culturale e personale.

Un’unione di mondi diversi che operano nell’ambito del digitale per cercare di migliorare il contesto in cui vivere e operare.

“The web is more a social creation than a technical one. I designed it for a social effect — to help people work together — and not as a technical toy. The ultimate goal of the Web is to support and improve our weblike existence in the world. We clump into families, associations, and companies. We develop trust across the miles and distrust around the corner.” (Tim Berners-Lee)

, , , , , , , , , , , , , , , , ,